top of page

PADEL: anime in doppio



Ascolta il Podcast dell'articolo


“Un sorriso è felicità, due sorrisi sono complicità”.

COMPLICITÀ…INTESA

Non si compera no, ma si costruisce. È rara e preziosa e indefinibile.

È esattamente tra bellezza e forza.

L’etimologia della parola “complicità” deriva dal latino “complex”, che a sua volta ha origine dal verbo plectere, ossia: intrecciare.

C’è un’intesa della MENTE, fatta di conoscenza e condivisioni comuni; siamo attratti dall’intelletto.

C’è un’intesa dell’ANIMA, che ben rispecchia il significato originale: la reciproca capacità di intrecciare i propri pensieri con quelli dell’altro/a, rendendosi vicendevolmente partecipi dei propri desideri, delle proprie ambizioni, della propria fragilità.


E c’è un’intesa del CORPO, che crea letture, coordinazione ed anticipazioni di movimenti.

Si parla sempre di sport singolo e di sport di squadra, più raramente di sport di coppia.

Coppia come due giocatori/giocatrici che giocano insieme.


Nell’articolo di oggi parleremo del PADEL, sport nato in Messico, in grande ascesa giocato soprattutto dagli adulti: in questo gioco si incrociano colpi e ci si muove in coppia coordinati “come tergicristalli”.


STORIA DEL PADEL

Nasce negli anni '70 in Messico, per pura casualità, quando Enrique Corcuera voleva creare uno spazio nella sua dimora dove costruire un campo da tennis. Ma trattandosi di uno spazio insufficiente, decise di sfruttare una piccola area delimitata da alcune murature e con delle reti metalliche per impedire alla palla di uscire dal campo.

Era nato il Padel.


Nel giro di pochissimo tempo il gioco è uscito fuori dai confini messicani per trovare forte espansione in Spagna poi in Argentina e quindi in America, Brasile e negli ultimi anni anche in Europa, Italia compresa.


La grande espansione del Padel avviene dapprima in Spagna, dove un principe si fece costruire un campo avente le stesse caratteristiche di quello realizzato da Corcuera nel proprio hotel di lusso, dando così la possibilità ai propri ospiti di conoscere e praticare liberamente questo sport.

Grazie a questo e al passaparola il gioco in breve divenne famosissimo nella Penisola Iberica.


La presentazione ufficiale del gioco in Italia avvenne nel 1991, nell’ambito dello Sport Show alla Fiera di Bologna. Fu realizzato un campo dove si svolsero alcune partite tra squadre di Spagna, Argentina e Italia. Fu un debutto eccezionale e ottenne da subito consensi e simpatia proprio per la sua semplicità e immediatezza.

Nel mondo, ad oggi, si contano almeno 12 milioni di giocatori distribuiti in 78 paesi.

COS’È IL PADEL E COME SI GIOCA

Il Padel è uno sport di racchetta che si gioca a coppie in un campo di 10 x 20 m, con delle regole ed un sistema di punteggi simile al tennis. L’area di gioco comprende i muri che delimitano il campo, e la pallina può essere colpita dopo che ha rimbalzato sui muri per rimandarla verso il campo avversario. Per giocare si utilizza un’apposita racchetta forata e una pallina simile a quella da tennis, ma leggermente più sgonfia.


Il Padel sta vivendo negli ultimi anni un enorme successo, e ciò è dovuto a diversi motivi: è uno sport alla portata di tutti, può essere praticato senza difficoltà anche da giocatori principianti e, non ultimo, è coinvolgente e favorisce l’aggregazione e la socializzazione.


Scherzosamente – da rugbista – definisco i giocatori e giocatrici (il 32% dei praticanti sono donne!!!) di Padel “solubili”, in quanto non si gioca quando il campo è bagnato.


EFFETTI DELLA PRATICA DEL PADEL SULLA FORMA FISICA, LA SALUTE ED IL BENESSERE 

Il Padel si presenta come un’attività intermittente, con brevi ed intense fasi ad alta intensità, alternate a momenti di recupero o a bassa intensità.

Il lavoro richiesto dal Padel è soprattutto aerobico e cardio, quindi ottimo per allenare ogni parte del corpo, bruciare calorie e avere risultati sulla forma fisica

Essendo semplice, lo possono giocare un po’ tutti, entrando in campo senza passare lunghe fasi di apprendimento; nel Padel che si gioca in doppio (maschile/femminile/misto) c’è l’abitudine, nel corso della stessa partita, di scambiarsi i/le compagni/e.


Le persone adulte hanno trovato uno sport che li aiuta a tenersi in forma, divertirsi e socializzare… infatti, una delle componenti principali del Padel…è la socializzazione.

IL PADEL È IL NUOVO YOGA? 

Cavalcando l’onda anomala della “Padel mania”, che ad oggi in Italia conta oltre 5mila campi (+8% rispetto al 2021), da diverse fonti giungono conferme in merito alla crescente presenza femminile sui campi della disciplina sportiva del momento. Ma non è tutto, ulteriori informazioni vengono elaborate dal britannico The Guardian che evidenzia come, proprio in Italia, sia ragazze che donne over 60 iniziano a prendere sempre maggiore confidenza con il campo da Padel.


A quanto pare, sembra proprio che il Padel, sport semplice ed estremamente inclusivo, stia scalzando lo yoga dal podio degli sport più amati dal mondo femminile.

Ci sono addirittura delle APP che ti permettono di giocare in tutta Italia, selezionando campo e livello e creando nuovi incroci ed amicizie.


Gli sport come il Padel non fanno bene solo al corpo, sono anche un ottimo esercizio per la mente, perché allenano la concentrazione e l’autocontrollo. 

…Ed è in mezzo a questa miscellanea di nuovi stimoli sociali, sportivi ed educativi in età adulta, che si aggiunge “il quid impalpabile” della complicità… perché come diceva Platone:

si conosce di più una persona in un ora di gioco, che in tutta la vita


Ci vediamo a giocare a Padel!



Dott.ssa Erika Morri

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page