top of page

5 consigli da mettere in pratica per un'abbronzatura sana, intensa e duratura...a partire da ora

"La pelle ha bisogno di essere preparata adeguatamente prima di essere esposta al sole, altrimenti rischia di subire danni irreparabili"


Con l'arrivo della bella stagione ciascuno di noi ha un nuovo obiettivo estetico, ovvero quello di conquistare un'abbronzatura perfetta. L’esposizione al sole non solo regala questo beneficio estetico, ma favorisce anche la produzione di vitamina D importante per la salute mentale e fisica. Siamo quasi impazienti di liberarci dei vestiti in eccesso e ottenere subito un'abbronzatura dorata e salutare.

Ciò tuttavia può provocare scottature, eritemi solari, macchie e rughe sulla pelle impreparata al sole dopo essersi trovata sotto strati di vestiti per mesi. Infatti mettersi al sole in modo brusco e intenso, prima che i melanociti siano attivi, può esporre gli strati cutanei all'effetto irritante e pericoloso dei raggi ultravioletti (UV).


L'abbronzatura è una risposta naturale del corpo che scurisce l'epidermide attraverso la produzione di melanina, un filtro che impedisce ai raggi UV di danneggiare la pelle.

La melanina richiede alcuni giorni per distribuirsi uniformemente nei suoi strati superiori. Pertanto, le scottature solari sono più frequenti nelle prime esposizioni al sole, quando il corpo ha poco pigmento protettivo. Il rischio di danni alla pelle varia a seconda del fototipo, cioè della quantità di melanina presente nella pelle.


Anche l'ora del giorno e le parti del corpo esposte al sole influenzano il rischio di scottature solari. Il sole è più pericoloso dalle 10 alle 16, soprattutto in presenza di superfici riflettenti come neve, acqua e sabbia.


Le palpebre, il naso e le labbra sono più sensibili alle scottature solari rispetto ad altre parti del corpo. Gli anziani e i bambini sotto i tre anni sono particolarmente vulnerabili agli effetti dannosi dei raggi UV.


La pelle, quindi, ha bisogno di essere preparata adeguatamente prima di essere esposta al sole, altrimenti rischia di subire danni irreparabili.


Ecco quindi 5 semplici passaggi per preparare la pelle al sole in modo sicuro ed efficace.


1 - Esfoliare la pelle

La prima cosa da fare per preparare la pelle al sole è esfoliarla delicatamente.

L'esfoliazione rimuove le cellule morte dalla superficie della pelle e favorisce il rinnovamento cellulare. In questo modo la pelle apparirà più luminosa e uniforme, permettendo all'abbronzatura di aderire meglio.


Per l'esfoliazione si può utilizzare un prodotto specifico o un guanto esfoliante, facendo attenzione a non irritare la pelle.


2 - Attività fisica e alimentazione

Il freddo, lo stress e l'eccessivo consumo di cibo possono aver danneggiato la pelle, causando disidratazione e rottura dei capillari. È quindi importante ripartire pensando alla salute della pelle e a come prepararla per la bella stagione, iniziando con la rigenerazione e l'ossigenazione attraverso l'attività fisica all'aria aperta.


Fare sport all'aperto almeno tre volte alla settimana, possibilmente vicino al mare, può contribuire a ridare alla pelle il suo splendore naturale. È inoltre fondamentale adottare una dieta equilibrata ricca di frutta e verdura di stagione con un alto contenuto di antiossidanti, come carote, pomodori e kiwi.


3 - Idratazione della pelle

Dopo l'esfoliazione, è importante idratare la pelle in profondità. L'idratazione aiuta a mantenere la pelle morbida ed elastica, evitando la disidratazione causata dall'esposizione al sole. È importante idratare la pelle dall'interno bevendo almeno due litri al giorno di acqua a basso contenuto di sodio, tè verde o infusi di ortica, che sono buoni disintossicanti e antiossidanti.


Si consiglia, inoltre, di utilizzare una crema idratante specifica per il viso e per il corpo, preferibilmente con filtro solare, per proteggere la pelle dai raggi UV.


4 - Proteggere la pelle con crema solare ed accessori

La crema solare è uno dei prodotti indispensabili per proteggere la pelle dai danni causati dal sole. Si consiglia di scegliere una crema con un fattore di protezione solare (SPF) adeguato alla propria tipologia di pelle.


Per le pelli chiare o sensibili si consiglia di utilizzare una crema con un alto SPF. Inoltre, è importante applicare la crema solare almeno 20 minuti prima di esporsi al sole e di riapplicarla ogni 2 ore.


Oltre alla crema solare, si possono utilizzare accessori come occhiali da sole, cappelli e abbigliamento protettivo per proteggere la pelle dai raggi UV.

Gli occhiali da sole proteggono gli occhi e la pelle intorno ad essi, mentre i cappelli proteggono il viso, il collo e il cuoio capelluto. L'abbigliamento protettivo, come le magliette a maniche lunghe, è particolarmente indicato per le persone con pelle chiara o sensibile.


5 - Esporsi al sole gradualmente

Infine, è importante esporsi al sole gradualmente, specialmente le prime volte.

In questo modo, la pelle si abitua un po’ alla volta alla luce solare e si evitano scottature dolorose. Si consiglia di esporsi al sole durante le ore meno calde della giornata, cioè prima delle 10 e dopo le 16, e di evitare l'esposizione diretta al sole durante le ore di picco.



Dott.ssa Myriam Mazza


Ascolta il podcast dell'articolo







16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page