Acerca de

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • LinkedIn - cerchio grigio
  • YouTube - cerchio grigio
  • Tic toc
Miscela di tre caffè

Il benessere nei fondi del caffè

Il caffè, il primo piacere della giornata per gran parte degli italiani, da un po’ di anni è possibile degustarlo, proprio come al bar, sia a casa che a lavoro.

 

Lo si prepara con la classica moka oppure con le nuove macchine da caffè a cialde. C’è anche il caffè all’americana, molto apprezzato e di moda, ma ben lontano dall’espresso che piace tanto a noi italiani.

 

Questo tipo di caffè è quello che vediamo nei film, quello nelle caraffe, servito e consumato ovunque in tazze enormi.

Negli ultimi anni è scoppiata la cialdomania: ne troviamo di qualsiasi forma e di qualsiasi gusto. Puoi acquistare le cialde nei supermercati, nel negozietto sotto casa e soprattutto su internet, a prezzi veramente concorrenziali. Insomma ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche.

 

Le proprietà organolettiche di questa bevanda sono: l’acidità, che rappresenta una delle caratteristiche principali del sapore del caffè. Essa dipende molto dal tipo di tostatura e infusione; l’aroma, ossia il carattere di una miscela di caffè. Dipende dalla finezza della macinatura, dal corpo e dall’amarezza.

torrefazione caffè

Ma siamo proprio sicuri di sapere tutto sul caffè e sui fondi?

La polvere di caffè esausta, che provenga dalla moka o dalle cialde già utilizzate, è un residuo che solitamente finisce tra i rifiuti. Non tutti sanno che, invece di smaltirla, è possibile riciclarla in mainera intelligente. 

 

Trattasi di un riciclo che unisce il risparmio all'ecologia. Questi fondi del caffè posso o essere utilizzati come prodotto naturale per la casa e/o come cura di bellezza: la sua fase di disidratazione è importantissima.

 

Quindi, se si vuole conservarli, è importante disidratarli altrimenti rischiano di ammuffirsi poichè contengono molta acqua. Per procedere all’essiccazione dei fondi del caffè, per un loro impiego alternativo, occorre tenere presente la percentuale di umidità e di calore che si ha in casa propria e la quantità che si desidera essiccare, e soprattutto considerare la stagione in cui ci si trova.

Barista Fare Drip Coffee

Ecco alcuni modi:

  • in una tazza grande o direttamente in un filtro di carta poggiato in un bicchiere, versare e mescolare i fondi ogni tanto;

  • in inverno è possibile mettere il bicchiere sul termosifone caldo, mentre in estate direttamente al sole per 1 giorno intero;

  • si può anche versare la quantità desiderata e tenerla per 1 ora nel forno a 80 gradi.

Una volta essiccati, versare i fondi del caffè in un contenitore ermetico e conservarlo per qualche settimana.

A questo punto abbiamo il nostro prodotto pronto per essere nuovamente impiegato.

 

Si sente spesso parlare della possibilità di utilizzare il fondo di caffè come concime naturale per l’orto. Per i più esperti, questa sostanza viene consigliata come un miracoloso fertilizzante gratuito da distribuire immediatamente sulla superficie del terreno delle piante.

 

In realtà sarebbe meglio non mettere direttamente questa sostanza sul terreno dell’orto: i fondi di caffè hanno ottime proprietà e contengono sostanze utili, ma devono essere compostati prima di usarli come concime. Bisogna farlo però nel modo giusto, evitando soluzioni facili ma poco approfondite.

 

I fondi di caffè sono indubbiamente ricchi di sostanze utili all’orto, in particolare contengono gli elementi nutritivi fondamentali per la crescita delle piante: hanno un contenuto di azoto molto alto e una buona concentrazione di fosforo e potassio.

Ci si trova anche magnesio e vari sali minerali.

 

Insomma, siamo davanti a un rifiuto organico davvero ricco: sarebbe uno spreco buttarlo via ed è corretto valorizzarlo, a patto di farlo nel modo giusto, cioè inserendolo con altre sostanze organiche nel cumulo del compostaggio oppure nella compostiera.

Scrub caffè.jpg

Per quanto riguarda l’uso di questo prodotto nell’ambito della “cosmesi fai da te”, svariati sono i modi di utilizzo.

L’esfoliazione cutanea è un trattamento che serve a rimuovere dalla pelle gli strati di tessuto più secchi, un inestetismo piuttosto comune che tende a impedirci di mostrare con serenità e spontaneità parti importanti del nostro corpo.

 

Sicuramente il viso è una di quelle parti che può beneficiare di questa sostanza "molto aromatica". Anche le mani e i piedi sono parti del corpo che meritano un’adeguata attenzione perché, quando sono sani e ben curati, ci aiutano a valorizzare il nostro aspetto e a farci sentire a nostro agio, con noi stessi e con gli altri.

Ecco che entra in gioco il nostro caffè.

 

Ebbene sì, questa “polvere magica”, anche se esausta fa ancora il suo dovere: corrobora, riempie il cuore e…fa ringiovanire.

 

È proprio il caso di dirlo, ringiovanisce quelle parti del nostro corpo come mani e piedi a cui la maggior parte di noi dedica molta poca attenzione. Soprattutto noi maschietti. 

 

Il suo impiego è molto semplice. Basta inumidire le parti da trattare - nel nostro caso le mani, i piedi oppure il viso - prendere una manciata di fondi di caffè e iniziare a cospargerla sulla parte interessata con movimenti circolari in senso orario e con la giusta pressione.

 

La parte ruvida della polvere agisce sulla pelle come esfoliante, mentre gli olii essenziali che sono ancora contenuti nel composto, rendono la pelle liscia e morbida.

 

Unica attenzione è quella di lavare con un qualsiasi sapone detergente dopo l’esfoliazione.

Lunga vita al caffè.

Vito Gadaleta

Hai domande o commenti su questo articolo?
Scrivi alla redazione di VITA
 

Rivista VITA  Icona Podcast.jpg

Ascolta il podcast
dell'articolo