Acerca de

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • LinkedIn - cerchio grigio
  • YouTube - cerchio grigio

Fitness fai da te

La chiusura delle strutture sportive in questo periodo di pandemia ha compromesso la stabilità psicologica di molti e soprattutto ha arrecato danno al nostro fisico. Abituati ai nostri ritmi scanditi dagli impegni giornalieri, venendo meno l'appuntamento delle ore 18.00 per la seduta di Total body anziché ginnastica funzionale, siamo andati in tilt.

Come faccio ad allenarmi?

C'è da ripensare il tutto cercando di incastrare nella nostra agenda il nuovo appuntamento che titolerà non più "ore 18:00 corso in palestra" bensì "ore 18:00 allenamento casa".

Ebbene sì, abbiamo dovuto rivedere il tutto, cercando di mantenere la nostra integrità psicologica e il nostro peso attraverso l'esercizio fisico "fatto in casa".

Proprio così, in casa. 

Riorganizzando gli spazi si può far tutto.

C'è chi ha comprato un semplice materassino e qualche peso dai negozi di materiale sportivo e si è sdraiato in camera da letto, nel piccolo corridoio compreso tra il letto e l'armadio. Con il proprio smartphone ha creato un sottofondo musicale che ben si è adattato al tipo di allenamento scelto, proprio come  fosse in palestra. YouTube offre una miriade di canali adatti ad ogni tipo di allenamento, e per giunta gratis.

C'è chi come me, con pochi spazi da sfruttare in casa per una ginnastica a corpo libero, ha dovuto spostare il tavolo della sala da pranzo nell'angolo più remoto della stanza, appoggiare il materassino di gomma sul pavimento per salvaguardare la schiena e, una volta dato il via agli sesercizi, di tanto in tanto, allontanare il proprio cane che cercava di saltare addosso per giocare al tira e molla. Vi garantisco che oltre allo sforzo fisico, in maniera molto buffa, lo sforzo psicologico, almeno all'inizio, è stato veramente notevole.

C'è chi invece ha riscoperto il gusto di correre. E' bastato riprendere le scarpette conservate nella scarpiera o in soffitta, una tuta, èt voilà, il mondo ha ricominciato a scorrere sotto i suoi piedi.

Chi ha la fortuna di vivere vicino al mare ha potuto godere di lunghe corse o passeggiate ammirando la bellezza di inebrianti tramonti accompagnati dalla effervescente brezza marina. Odori e colori che avevamo perso da tempo.

Chi invece vive in città ha ricominciato a frequentare il parco vicino casa, scoprendo così che gli alberi che il Comune aveva piantato cinque anni fa oggi hanno una folta chioma da creare una ombreggiatura niente male.

Vuoi mettere l'aria pura che si respira nella natura? Senza contare l'opportunità di rifrequentare quell'amico o quell'amica che, per mancanza di tempo, non si riusciva più ad incontrare.

C'è chi invece come Flavia, 17 anni, giocatrice di rugby, non potendo più frequentare per un lungo periodo i campi di gioco poiché insisteva il divieto di esercitare gli sport di contatto - e con il rugby il contatto c'è, ve lo assicuro - ha pensato di adattarsi alla situazione contingente.

Ha scelto di recarsi nel parchetto vicino casa. Ha acquistato in un negozio di articoli sportivi una banda elastica, un materassino e una kettelbell (il famoso peso che sembra un grande batacchio di campana) ed ha iniziato una nuova avventura: il "Fitness fai da te".

Esperta di ginnastica a corpo libero dovuto alla sua esperienza nell'ambito del rugby, e in precedenza nel campo della ginnastica artistica, ha iniziato a crearsi delle schede tecniche permettendo al suo corpo di cominciare a rinvigorirsi sempre di più. Lo testimonia il video che postiamo.

Al grido di "Mai mollare!!", grazie alla sua costanza, ha iniziato ad ottenere degli ottimi risultati ed ha pensato di condividerli sul web (anche perché il fisco glielo permette), affinché altri giovani come lei possano trarre ispirazione per ricominciare l'attività sportiva che rappresenta il carburante del benessere per il nostro corpo, la nostra mente e il nostro spirito.

Volere è potere.

"Basta poco, che ce vò?"

La redazione

Hai domande o commenti su questo articolo?
Scrivi alla redazione di VITA
 

Rivista VITA  Icona Podcast.jpg

Ascolta il podcast
dell'articolo