Acerca de

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • LinkedIn - cerchio grigio
  • YouTube - cerchio grigio
pexels-yan-krukov-6210214.jpg

Amore incondizionato e profondo

Amare senza chiedere nulla in cambio: la psicologia del sé

L'amore incondizionato è un sentimento pregiato, è la forma più alta di amore puro, come allo stesso tempo è poco usuale sentirne parlare o provare ad amare senza alcun condizionamento.

 

Esiste un legame indiscutibile tra il proprio vissuto infantile e quello che si definisce 'amore incondizionato'. Sintetizzando quelle che sono le teorie del secolo scorso dello psicanalista Heinz Kohut, colui che ha concepito la 'psicologia del sé', il bambino ha bisogno di sentirsi amato e accettato per quello che è dai propri genitori.

L'innegabile nesso tra amore incondizionato e infanzia

Se in una fase delicata come quella infantile si percepisce appunto un sentimento di amore fine a se stesso, profondo e senza tensioni o ambiguità, il bambino non ha bisogno né di cambiare, né di lasciarsi andare a gesti o manifestazioni che non farebbe se non per essere accettato da quelle che sono le figure più importanti della sua vita. Contrariamente, nel caso in cui non percepisca questo tipo di approvazione incondizionata, scatterebbe automaticamente la necessità di diventare, anche solo inconsapevolmente, 'altro da sé'.

 

E questo è un momento che può diventare fondamentale e incisivo per la vita futura, in quanto foriero di disagi o patologie più o meno gravi. Questo perché il diventare 'altro da sé' vuol dire stringere un legame non voluto con quella che è destinata a diventare la propria compagna di viaggio, ovvero la mancanza di autostima.

Decorazione delle uova pasquali

Non tutto è perduto

Un dato curioso è che la storia, a distanza di più di un mezzo secolo contraddistinto dall'evoluzione di internet, dei social e della globalizzazione, non cambia. Quelle stesse patologie che Kohut ravvisava nei suoi pazienti (con le teorie freudiane che ancora non davano tutte le risposte) sono riscontrate in quei pazienti di oggi che durante la loro infanzia non si sono sentiti amati 'senza chiedere nulla in cambio': depressione, patologie compulsive, varie nevrosi legate a disturbi della personalità.

Non è mai troppo tardi, tuttavia, per porre un rimedio, bisogna solamente avere la forza di chiedere aiuto o semplicemente di accettare ciò che si sente dentro e aprirsi.

L'amore incondizionato corrisponde a uno dei più profondi aneliti, non solo del bambino, ma di ogni essere umano; d'altro canto, essere amati grazie ai propri meriti lascia sempre dei dubbi”.

(Erich Fromm)

Dott.ssa Lisa Di Giovanni

Hai domande o commenti su questo articolo?
Scrivi alla redazione di VITA
 

Rivista VITA  Icona Podcast.jpg

Ascolta il podcast
dell'articolo